Grappa di Dolcetto

La grappa è salita nell'Olimpo delle raffinatezze perché negli ultimi anni la riscoperta delle cose naturali ha determinato il suo successo. Tutti i distillati d'Oltralpe e d'Oltreoceano hanno alle spalle leggende, fatti d'armi, alchimisti, principi e monaci. Posseggono cioè una storia antica da esibire che attesta la loro nobiltà.

La grappa, l'unico vero distillato nazionale, invece è nata povera nelle campagne, dal tentativo del contadino che provò, facendo bollire le vinacce, a riscaldare il suo cuore e le sue membra nelle giornate fredde, portando una nota di allegria in quelle più tristi.

L'elevato livello di qualità delle nostre grappe nasce dalla solerte ricerca, che sull'onda della tradizione ha rinnovato i metodi, per offrire al degustatore esigenze profumi e gusti raffinati e al contempo assolutamente naturali e genuini.

Le vinacce fresche vengono immediatamente distillate seguendo metodi lenti ed accurati che permettono l'estrazione degli aromi caratteristici. In tal modo non vengono aggiunte essenze per richiamare il frutto originale del vitigno, ma sono le vinacce stesse, con la loro freschezza, ad apportare in modo naturale la loro marcata sensazione olfattiva e papillare.

Grappa di Dolcetto di Diano: il vitigno manifesta il suo lignaggio offrendo un'acquavite snella nonostante sia ben strutturata. Il profumo è pulito con note d'erba e di fiori; il gusto bilanciato e rigoroso.